Dal Liceo Plinio due qualifiche nazionali alle Olimpiadi delle Neuroscienze

CITTA’ DI CASTELLO – Nei giorni scorsa si è svolta, presso il Dipartimento di Chimica Biologia e Biotecnologie dell’Università di Perugia, la fase regionale delle Olimpiadi delle Neuroscienze al fine di selezionare i tre studenti che rappresentarenno l’Umbria nella fase nazionale 2019. Sei le scuole umbre in gara (per un totale di 30 studenti) che si sono confrontate nella competizione organizzata dall’ Istituto di Neuroscienze del CNR e dall’Università di Perugia.

Federico Zambri, del 5° A scientifico-opzione Scienze Applicate, e Leonardo Provincia, del 5° A scientifico, hanno guadagnato il primo e secondo posto, in una serie di prove di conoscenza e abilità, riguardanti complessi argomenti nel campo del sistema nervoso umano: intelligenza, memoria, emozioni, stress, plasticità neurale, invecchiamento e malattie.

I due studenti rappresenteranno l’Umbria nella gara nazionale delle Olimpiadi delle Neuroscienze, il 3 e 4 maggio 2019 a Pisa.

Particolare merito a loro, ma anche agli altri componenti della squadra del Plinio, Viola Gai (5°A scienze applicate – qualificata fra i primi 10 col quarto migliore punteggio della graduatoria assoluta), Teresa Perioli (5°B scientifico) e Alice Ioni (5°B scientifico), che hanno contribuito, superando severe prove di gruppo, al raggiungimento dei risultati individuali.

Nota di rilievo è che il liceo Plinio il Giovane sul podio da quattro anni consecutivi, quelli della sua partecipazione all’evento, seleziona i migliori studenti della regione per interesse, autonomia nello studio e solida preparazione in questa area delle conoscenze scientifiche.

Complimenti dal dirigente scolastico Eva Bambagiotti, dai rispettivi consigli di classe e dalle docenti che hanno preparato e coinvolto gli alunni, professoresse Angela Gaggi e Marcella Mancini.