Covid, undici nuovi positivi. Bacchetta: “Sotto controllo la situazione alla Muzi Betti”

CITTÀ DI CASTELLO – “Ieri abbiamo avuto 11 nuovi positivi e 10 guariti”. E’ l’aggiornamento di oggi della situazione dell’emergenza da Covid-19 a Città di Castello da parte del sindaco Luciano Bacchetta, che ha evidenziato “la conferma del trend dell’ultima settimana, con un numero piuttosto alto di nuovi casi, considerevole seppur inferiore a 10-15 giorni fa, e un numero notevole di persone che guariscono”.

“La circolazione del virus è ancora intensa e quindi le prescrizioni che dobbiamo seguire devono essere assolutamente rispettate”, ha ribadito il primo cittadino facendo riferimento alla proroga da parte della Regione delle limitazioni per contenere la diffusione del Covid-19. “Credo che la settimana prossima, una volta valutati i nuovi numeri e i nuovi dati che complessivamente in Umbria sono migliori, alcune riflessioni verranno aperte anche in vista del Natale – ha rilevato Bacchetta – fermo restando che il numero piuttosto alto di nuovi positivi impone a tutti estrema prudenza e grande rigore nel rispetto delle normative”.

Il sindaco ha ulteriormente confermato che “la situazione della Muzi Betti è in questo momento sotto controllo e sono state messe in campo tutte le misure necessarie a circoscrivere la situazione”, ricordando che, “dopo la positività di due operatori sanitari e di una signora centenaria ospite della struttura, tutti i tamponi a cui si sono sottoposti i restanti addetti e gli anziani presenti nella residenza sanitaria assistita hanno dato esito negativo”. “Muzi Betti, che ospita quasi 100 persone anziane molte delle quali non autosufficienti, fino a oggi non aveva avuto alcun caso ed era forse l’unica Rsa in Umbria dove non si erano verificate situazioni di criticità, anche grazie al grande lavoro di controllo, con l’effettuazione periodica di tamponi, compiuto dalla direzione della struttura”, ha sottolineato Bacchetta, che ha rimarcato la necessità di “continuare a tenere molto alta la guardia e a rispettare le prescrizioni, che purtroppo impongono ai parenti di sopportare il dispiacere di non poter frequentare i propri cari”. “Domani i tamponi verranno ancora effettuati nel ‘drive through’ di via Vasari – ha riferito il sindaco – ma siamo in dirittura d’arrivo per il trasferimento della struttura dell’Usl Umbria 1 nel parcheggio del Centro Servizi di Cerbara”. “Voglio di nuovo ringraziare per questo tutti gli operatori del Comune, di Asl e di Sogepu perché in tempi molto brevi, con un grande lavoro, è stato possibile mettere in piedi un servizio alternativo per dare una risposta concreta ai cittadini”, ha concluso Bacchetta.