Città di Castello, sospetta meningite all’ospedale cittadino.

CITTA’ DI CASTELLO – Un sospetto caso di meningite si è registrato oggi, martedì 31 marzo, all’ospedale tifernate. In una nota la direzione sanitaria ha spiegato che intorno alle 13, infatti, è arrivata al pronto soccorso, trasportata da un’ambulanza del 118, una trentenne residente in Altotevere. La donna presentava i segni tipici dell’irritazione meningea (cefalea, febbre, rigidità nucale, dolori muscolari) che hanno fatto porre ai medici (coordinati dal responsabile dottor Corrado Cecci) il sospetto di meningite.

Subito è scattata la profilassi adeguata per questo tipo di episodi.

Dopo aver effettuato gli accertamenti del caso, i medici specialisti escludono che possa trattarsi di meningite da meningococcoche è l’unica forma in grado di generare episodi epidemici. 

Pertanto, non è necessario effettuare alcuna profilassi né procedere a misure cautelative volte a limitare la diffusione della malattia.

 Al momento la paziente è in buone condizioni e, in attesa di formulare la diagnosi definitiva, viene trattenuta in osservazione nella struttura sanitaria.