fbpx

Città di Castello: quasi 3000 gli spettatori di Teatro Ragazzi

CITTA’ DI CASTELLO – Ottimo risultato per “Teatro ragazzi” che chiude la rassegna con l’ennesimo “tutto esaurito” contando ben 2932 spettatori. “Circa mille piccoli spettatori in più – precisa il vicesindaco e assessore alle politiche culturali tifernate Michele Bettarelli (nella foto), per il quale – aver incrementato gli spettacoli di una replica ha permesso di allargare la fruibilità degli appuntamenti. Questo significa che a Città di Castello c’è una forte sensibilità di base rispetto al teatro e che i bambini sono molto ricettivi alle proposte formulate durante la stagione”. Con nove spettacoli in cartellone e due rappresentazioni, Teatro Ragazzi da quest’anno si presentava come una stagione se stante, capace di coprire tutto il periodo invernale con una continuità di appuntamenti che è andata da novembre a marzo. La programmazione si è aperta con la mini-rassegna Teste di Legno a cura di Politeater all’Auditorium di Sant’Antonio per trasferirsi al Teatro degli Illuminati con le compagnie No dimension, Medem, Il Castellaccio, Accademia creativa Eso Teatro, Politheater e Plume Teatro. Tra le iniziative di promozione, un abbonamento, 10 ingressi gratuiti per ogni spettacolo da utilizzare a fini sociali e “Il biglietto in sospeso”, che ha consentito a chi non ne ha la possibilità di avere un biglietto gratuito pagato da altri. “Il successo di pubblico per noi è molto importante dal momento che Teatro ragazzi si prefiggeva come obiettivo offrire un momento comune a genitori e figli all’insegna della cultura e del divertimento. Con questi numeri, in previsione dell’anno prossimo, non possiamo se non riconfermare l’iniziativa, che deve molto della sua qualità alle compagnie presenti in cartellone”.

E per una stagione chiusa, un’altra si avvia a conclusione: con “Apocalisse” di Ugo Dighero venerdì 10 aprile si congeda anche la stagione di prosa 2014/2015. Tratto dai racconti di Niccolò Ammaniti, lo spettacolo è una perfida parodia di una società alla deriva, un po’ operetta a/morale e un po’ favola nera. Per informazioni e prenotazioni ci si può rivolgere telefonicamente presso il Botteghino Telefonico Regionale del Teatro Stabile dell’Umbria, tutti i giorni feriali, dal lunedì al sabato, dalle 16 alle 20, al numero 075/57542222. E’ possibile acquistare i biglietti on-line sul sito del Teatro Stabile dell’Umbria www.teatrostabile.umbria.it.