Città di Castello, la Fiera delle Utopie Concrete entra nel vivo

CITTA’ DI CASTELLO – Integrare la pianificazione europea con una progettazione territoriale che sappia portare avanti, a tutti i livelli di intervento sociali, economici e urbanistici, uno sviluppo sostenibile e inclusivo, capace di mettere a frutto competenze e risorse di Città di Castello e della vallata. E’ l’obiettivo messo a fuoco da oltre 70 tra funzionari pubblici, operatori specializzati e imprenditori nel tavolo “Opportunità di uno sviluppo integrato sostenibile e inclusivo nella programmazione regionale 2014-2020”, che stamattina a Palazzo Vitelli a Sant’Egidio ha aperto la Fiera delle Utopie Concrete 2015, in programma fino a sabato 17 ottobre con il tema portante “Cittadini per un’Europa sostenibile”. I lavori, aperti dall’assessore allo Sviluppo economico del Comune Enrico Carloni, hanno visto i contributi dei dirigenti della Regione Lucio Caporizzi, Luigi Rossetti, Augusto Buldrini, Paola Occhineri, Annalisa Lelli e Carlo Cipiciani, che hanno illustrato le misure di intervento finanziate dall’Unione Europea sotto il coordinamento del direttore dell’Agenzia Utopie Concrete Karl-Ludwig Schibel. Nel pomeriggio la sala del consiglio comunale ha fatto da cornice al primo incontro del progetto “Muster per l’Europa dei cittadini” tra il comune tifernate e quelli di Joué lès Tours, Lörrach, Sighisoara e Smolyan. Oggi pomeriggio, alle 18, si insedieranno i tavoli dei progetti con le conclusioni dell’assessore all’Ambiente del comune Luca Secondi. Sabato 17 ottobre alle ore 10, nella Sala del camino, un laboratorio affronterà il tema della “Città nella Ue del 2020. In quale Europa voglio vivere?”. I lavori saranno coordinati dal direttore dell’Agenzia Utopie Concrete Karl-Ludwig Schibel e vedranno l’intervento dell’assessore tifernate alle finanze e alla scuola Mauro Alcherigi, con un dialogo delle classi dell’istituto tecnico “Franchetti Salviani” e del liceo classico “Plinio il Giovane” insieme alle delegazioni delle città di Muster. Conclusioni del vicesindaco Michele Bettarelli. La Fiera alle ore 17 si chiuderà con un momento dedicato alla figura e all’opera di Alexander Langer. Ne parleranno Karl Ludwig Schibel, don Achille Rossi, parroco di Riosecco, Peter Kammerer, sociologo, e Simone Belci, dottorando di ricerca. Sotto il portico di Palazzo Vitelli potrà essere visitata fino alla conclusione della manifestazione l’esposizione “Le molte facce di uno sviluppo locale sostenibile”.