Citerna: “Centenario della Grande guerra”, gli alunni delle scuole alla scoperta dei documenti

CITERNA – Studenti alla scoperta della Grande guerra con i documenti storici della città. E’ stata una lezione davvero particolare per gli alunni delle quinte delle elementari di Pistrino e Fighille, che nei giorni scorsi sono stati ricevuti in Comune dall’assessore alla cultura Giulia Gragnoli con il consigliere Gilberto Presenti, insieme all’ufficiale di stato civile Regina Fusco e l’archivista storico Vittorio Angeletti, per studiare i documenti dell’archivio storico.

L’obiettivo dell’incontro parte da un progetto più ampio, legato al Centenario della Prima Guerra Mondiale, che sin da febbraio scorso ha visto l’assessore ed insegnanti coinvolte nella stesura di un percorso didattico per le quinte elementari e per la terza media di Pistrino. Nell’ambizione del progetto insiste la volontà di rendere la memoria di certi periodi che fanno parte del patrimonio culturale nazionale. Sono stati individuati metodi diversi ed originali allo scopo di sollecitare la curiosità, partendo dalle informazioni che nascondono e rivelano l’Archivio storico e la biblioteca comunale, con il suo importante fondo antico. Si è focalizzata l’attenzione sui primi del 900, in particolare dal 1915 al 1918, per valorizzare una parte della storia nazionale e locale, oggi non più affrontata nei banchi di scuola della quinta elementare, ma ancor più bisognosa di essere conosciuta.
I ragazzi hanno potuto vedere inizialmente i registri di nascita, quelli del 1915 e 1916, ben conservati a distanza di 100 anni, nelle loro scritture in corsivo arcaiche ben curate, per poi farne un confronto con il registro del 2005, dove sono inseriti i loro nomi. Sono poi passati alla lettura delle “schede individuali” dei soldati, dove nelle loro piccole dimensioni di un cartoncino formato A6 c’è tutta la tragedia di un’epoca che si conclude con la parola “deceduto” o ancora peggio “disperso”.
Significativo ed interessante l’intervento dell’archivista Vittorio Angeletti, che ha portato sul tavolo della Sala una serie di documenti conservati nell’archivio storico del Comune di Citerna, narrandoli in una magia storica che ha tenuto alta l’attenzione dei ragazzi.

Partendo dal 17 settembre 1915 alle 9, giorno ed ora in cui i ragazzi di Citerna, braccianti e semplici cittadini di un piccolo borgo, vengono chiamati alla visita di leva, dalla quale quasi tutti vengono presi per partire come soldati in guerra, si è passati a vedere i manifesti legati alla Prima Guerra Mondiale che venivano dal Ministero, dalla Prefettura di Perugia, passando poi ai documenti registrati sui prigionieri, per arrivare all’elenco dei deceduti di Citerna.
“Vedere con i propri occhi, toccare con le proprie mani documenti centenari, sentirne il loro odore, possano rendere testimonianza di un periodo che non dobbiamo dimenticare e siano da monito e di auspicio per un futuro migliore” – questo è l’augurio con cui l’assessore Giulia Gragnoli saluta le insegnanti e i ragazzi della scuola di Citerna.