Citerma Pistrino Sogepu uniti per risolvere la tematica dei Rifiuti

Citerna aiuterà San Giustino con il proprio centro di raccolta rifiuti| Grazie a Sogepu, per due giorni in più di apertura ed estensione degli orari

CITERNA – Si risolve la questione della chiusura del centro di raccolta dell’isola ecologica di Selci, per lavori di adeguamento, con l’amministrazione comunale di Citerna che concederà al Comune di San Giustino l’utilizzo del centro di raccolta dei rifiuti di Pistrino. Il punto di raccolta di Selci è chiuso infatti dal primo gennaio 2020 al pubblico e viene utilizzato unicamente per le attività connesse con l’espletamento del servizio di igiene urbana.

“Con una visione politica di vallata, che predilige lo spirito solidaristico tra le amministrazioni locali per l’attuazione di azioni strategiche su questioni di rilievo comprensoriali come quella della gestione dei rifiuti, – ha affermato Enea Paladino, sindaco di Citerna – abbiamo compiuto una scelta che trasformerà un’esigenza del Comune di San Giustino in opportunità per entrambe le collettività, senza alcun aggravio di costi per i cittadini”. Il sindaco ha poi illustrato i termini dell’intesa insieme al sindaco di San Giustino, Paolo Fratini, alla presenza dei rispettivi vicesindaci con delega all’Ambiente Paolo Carlini ed Elisa Mancini, dell’amministratore unico di Sogepu Cristian Goracci, degli assessori della giunta e di alcuni consiglieri comunali di Citerna.

Paolo Fratini ed Enea Paladino sindaci rispettivamente di San Giustino e Citerna
Da sinistra Paolo Fratini, sindaco di San Giustino ed Enea Paladino, sindaco di Citerna

“Con l’affidamento del servizio di igiene urbana a Sogepu, per San Giustino si è aperta una nuova pagina nella gestione dei rifiuti, che quest’accordo con il Comune di Citerna ci permette di perfezionare nell’interesse dei cittadini – ha sottolineato il sindaco Paolo Fratini – in un’ottica di collaborazione istituzionale tra le nostre amministrazioni, e che siamo interessati a portare avanti anche su altri versanti, a cominciare dalla sicurezza, con la sinergia tra le rispettive Polizie Municipali a cui daremo continuità appena saranno state ultimate le procedure di riorganizzazione dei corpi nelle quali siamo entrambi impegnati”.

Grazie all’intesa, il centro di raccolta di Pistrino sarà aperto per due giorni in più alla settimana, con l’aggiunta del mercoledì e del venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 12.00, e sarà estesa la disponibilità oraria dell’impianto nella giornata del sabato, con i cancelli che apriranno un’ora prima al mattino (dalle ore 8.00 alle ore 12.00) e chiuderanno un’ora dopo nel pomeriggio (dalle ore 15.00 alle ore 18.00). A eccezione del mercoledì e della domenica, la struttura sarà dunque disponibile nell’arco dell’intera settimana, con orari invariati il lunedì e il giovedì (dalle ore 15.00 alle ore 17.00). A offrire la soluzione ideale è stata la possibilità per i due enti di avvalersi della comune gestione di Sogepu, di cui sono soci.

Cristian Goracci, amministratore unico di Sogepu

“Garantiremo l’effettiva funzionalità dell’intesa investendo per entrambi i comuni: da un lato, procedendo al potenziamento del centro di raccolta di Pistrino attraverso una maggiore disponibilità oraria degli addetti e con l’installazione di quattro scarrabili in più per il conferimento da parte dei cittadini di San Giustino di materiali ingombranti, elettrodomestici, metalli e legno; dall’altro, eseguendo nel centro di raccolta di Selci gli interventi necessari all’indifferibile adeguamento normativo dell’impianto, le cui procedure sono già in itinere”, ha dichiarato l’amministratore unico di Sogepu, Cristian Goracci, che ha evidenziato come l’azienda lavorerà per potenziare ulteriormente la percentuale di raccolta differenziata nei due Comuni (attualmente oltre il 63 per cento a Citerna e al 46 per cento a San Giustino) per rispettare gli obiettivi posti dalla Regione.

“Per Sogepu il 2019 è stato un anno molto favorevole, come testimonia la proiezione di chiusura del bilancio consuntivo a oltre 21 milioni di euro di fatturato, e il 2020 sarà decisivo per il futuro dell’azienda, che continuerà a operare per assicurare nei comuni serviti una gestione dei rifiuti efficace a costi contenuti secondo la nostra ‘mission’ di investire senza gravare sugli utenti”, ha puntualizzato Goracci, nel riferire che l’azienda ha presentato lo scorso 16 gennaio il ricorso al Consiglio di Stato contro la sentenza del Tar regionale che ha annullato la gara per l’affidamento della gestione integrata dei rifiuti nel Sub-Ambito 1 dell’Auri dell’Alta Umbria, di cui Sogepu era risultata aggiudicataria.

Il potenziamento dell’attività del centro di raccolta di Pistrino scatterà appena saranno stati definiti i passaggi procedurali e tecnici necessari. La gestione dei conferimenti dei cittadini all’interno seguirà gli stessi criteri adottati finora e sarà nettamente separata, senza alcuna promiscuità tra i materiali che verranno depositati dagli utenti residenti a Citerna e da quelli provenienti da San Giustino.  “Contiamo di raggiungere e superare il 70 per cento grazie alla positiva collaborazione con Sogepu nello sviluppo dei servizi, a partire dal ritiro del verde”, ha aggiunto Carlini insieme all’assessore alle aree verdi Samuel Fedele, che ha rimarcato la convinzione di raggiungere gli obiettivi e “l’importanza di lavorare per l’integrazione dei servizi tra i comuni della vallata”.

Per ovviare alla temporanea indisponibilità dell’impianto di Selci, nel territorio comunale di San Giustino, Sogepu potenzierà il servizio di prelievo gratuito a domicilio dei rifiuti ingombranti e il servizio di raccolta del verde. “L’aspettativa è di conseguire di un balzo importante della percentuale comunale di raccolta differenziata con l’entrata a regime del nuovo modello di gestione di Sogepu a metà 2020”, ha detto il vice sindaco Mancini, sottolineando con soddisfazione “le opportunità che l’accordo con Citerna offrirà alle rispettive comunità”.

Sui portali web istituzionali dei Comuni di Citerna e San Giustino saranno pubblicate tutte le informazioni necessarie, mentre Sogepu metterà a disposizione degli utenti il numero verde  800.132152.