fbpx

Bacchetta scrive a Renzi: “No alla soppressione della Forestale”

CITTA’ DI CASTELLO – “No all’assorbimento del Corpo Forestale dello Stato in altre forze di polizia, anzi questo organo deve essere rafforzato perché diventi sempre di più specializzato nella tutela e nella nella salvaguardia dell’ambiente, del territorio, delle foreste, del patrimonio agroalimentare e della biodiversità al servizio di questa comunità locale e dell’intero paese”. A metterlo nero su bianco è il sindaco di Città di Castello, Luciano Bacchetta, che scrive una lunga nota al primo ministro Matteo Renzi, seguendo l’esempio di altri primi cittadini. “In particolare – sottolinea Bacchetta – il Comune ha ceduto a titolo gratuito il terreno su cui è stata costruita la nuova sede del Corpo Forestale e ha previsto agevolazioni per rendere più efficace ed operativa l’azione degli agenti a tutela dell’ambiente, del territorio, del patrimonio agroalimentare e della biodiversità”. Infine il sindaco ricorda che un’eventuale soppressione penalizzerebbe il sistema locale e nazionale, in primis nella pianificazione di emergenze climatiche e meteorologiche, ormai sempre più ricorrenti.