fbpx
Umbertide

Anche Umbertide aderisce a “Luci spente nei comuni” spengendo la Rocca

UMBERTIDE – anche il comune umbertidese, come quello tifernate e tanti altri, aderisce alla manifestazione di Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani) contro l’aumento delle bollette dovute al rincaro di luce e gas. Simbolicamente questa sera 10 febbraio, dalle 20 alle 20.30, saranno spente le luci del monumento più significativo della città: la Rocca. Lo scopo è quello di porre l’attenzione del governo centrale su una questione così importante che tocca da vicino famiglie, imprese e amministrazioni pubbliche impattando fortemente sulle loro risorse.

“Umbertide, insieme a tanti altri Comuni umbri e italiani vuol far sentire la sua voce attraverso questa protesta simbolica – dice il sindaco Luca Carizia – per chiedere un intervento consistente da parte del Governo centrale in modo da dare una risposta certa a seguito dei rincari di luce e gas che stanno mettendo a dura prova tante famiglie e imprese. Tali rincari avranno un impatto molto importante in termini di aumento di spesa anche sui bilanci dei comuni. Per tutte queste ragioni riteniamo di non poterci sottrarre dal chiedere certezze al Governo”.