Aggiudicati i lavori di adeguamento di palazzo Vignoli, Preggio riavrà cosi’ il suo ufficio postale

UMBERTIDE – Sono stati aggiudicati alla ditta Co.Edil. srl di Umbertide i lavori di miglioramento sismico e adeguamento funzionale di palazzo Vignoli di Preggio, intervento che consentirà la riapertura dell’ufficio postale nella frazione umbertidese. I lavori sono stati aggiudicati per un importo totale pari a 83 mila 779,73 euro ed avranno una durata di sei mesi. Era dicembre 2012 quando Poste Italiane decise di sopprimere gli uffici che non garantivano le necessarie condizioni di equilibrio economico, tra cui quello di Preggio, causando un grave disservizio per la popolazione locale, costituita perlopiù da persone anziane, costrette a recarsi ad Umbertide anche per le più banali operazioni postali. Da lì era partita la lotta serrata del Comune di Umbertide che, oltre a rendersi disponibile a sostenere le spese di affitto dei locali e delle relative utenze, aveva presentato ricorso al Tar opponendosi alla decisione di Poste Italiane, vicenda che si era conclusa positivamente nel febbraio del 2017 con la sentenza del tribunale che aveva accolto le posizioni del Comune ed annullato il provvedimento di Poste Italiane. Ora i lavori di adeguamento di Palazzo Vignoli consentiranno di riaprire regolarmente l’ufficio al pubblico. Nel frattempo, grazie all’intesa tra Comune di Umbertide e Poste Italiane, già dal mese di giugno è attivo in piazza San Giovanni XXIII un container come sede temporanea dell’ufficio postale.

Valentina Santucci