“Corruzione, reato contro la collettività”: il presidente dell’autorità nazionale anticorruzione, Raffaele Cantone per la giornata della trasparenza e legalita’.

CITTA’ DI CASTELLO – “La corruzione non è soltanto un reato contro la cosa pubblica, ma contro la collettività poiché produce effetti concreti negativi nella vita dei singoli cittadini, non aiuta i servizi ad essere migliori, più economici e più accessibili”, ha detto il presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione, Raffaele Cantone, dialogando con gli studenti durante la Prima Giornata della Trasparenza e della Legalità del comune tifernate che si è svolta al Teatro Comunale degli Illuminati.

fotoCantone

“La parola chiave nella lotta alla corruzione è trasparenza”.

“Essere onesti conviene a tutti perché è un modo per pagare meno ed avere di più dallo Stato. Per combattere la corruzione dobbiamo partire da due presupposti: la prevenzione e la diffusione della cultura della legalità. E’ un salto culturale – ha proseguito Cantone – che è stato avviato e di cui stiamo prendendo collettivamente consapevolezza. In questa direzione si muove anche il nuovo codice degli appalti che prova a scommettere sulla trasparenza per sconfiggere la corruzione.

E’ una sfida culturale che dobbiamo intraprendere, come stiamo cercando di fare anche oggi a Città di Castello – ha concluso il presidente dell’Autorità Anticorruzione – coinvolgendo voi giovani in questo difficile ma necessario processo di cambiamento che, sono certo, darà risultati sempre migliori, in termini di efficienza delle Amministrazioni e di accresciuta fiducia dei cittadini nelle istituzioni.”

fotoCantone2

Cantone ha infine sottolineato l’importanza di una rete virtuosa fra cittadini, istituzioni e forze dell’ordine indispensabile ogni giorno per mettere in pratica la cultura della legalità e trasmetterla in particolare alle giovani generazioni nella consapevolezza che saranno loro in futuro a portare avanti questi ideali e presupposti di rispetto delle leggi e delle regole”.