Dieci studenti disabili dell’istituto agrario in viaggio per sostenere il Milan al Mapei Stadium

CITTA’ DI CASTELLO – Coroneranno il sogno di una vita, quello della passione per il calcio ed in particolare i colori rossoneri del Milan la squadra del cuore. Ci riusciranno domani (domenica 6 marzo) in occasione della partita di serie A in programma al Mapei Stadium fra il Sassuolo e il Milan in programma alle 15. Prima di prendere posto in tribuna nel settore distinti, avranno la possibilità di ammirare i campioni dei loro sogni e chissà magari scattare qualche “selfie” e riportare a casa, autografi e dediche personalizzate da incorniciare. Si tratta di dieci studenti disabili che partecipano a vari livelli, al progetto scolastico, “Vivo bene nel mio corpo”, previsto nell’ambito della programmazione didattica dell’istituto superiore “Patrizi-Baldelli-Cavallotti”, indirizzo agrario. Qualche tempo fa gli insegnanti di “sostegno” che seguono gli studenti durante tutto l’anno scolastico, (Nadia Massi, coordinatrice e Susanna Lucaccioni, Alberto Battistoni, Luciana Pierini e Massimo Minciotti), hanno scritto ad alcune società di serie A del centro-italia chiedendo disponibilità e possibilità di collaborazione per progetti e gite didattiche finalizzate a “migliorare la percezione del sé corporeo, accrescere l’autostima, la fiducia in se stessi e negli altri ed infine dilatare le capacità relazionali” dei ragazzi con disturbi relazionali, tra l’altro appassionati di calcio ed in particolare tifosi del Milan.

Qualche giorno fa è giunta la risposta del Sassuolo del patron Giorgio Squinzi che ha messo a disposizione la propria struttura organizzativa per far vivere ai ragazzi una giornata memorabile proprio in occasione della partita con la loro squadra del cuore, il Milan di Bacca e compagni che domani incrocerà i guantoni della sfida con i “neroverdi” di capitan Francesco Magnanelli, originario di Città di Castello, da sempre disponibile per iniziative di solidarietà.

Prima una visita al “Mapei Stadium”, ai trofei e al palmares del Sassuolo e poi in tribuna ad assistere alla partita. “Abbiamo incoraggiato a partecipare all’uscita altri dieci ragazzi normodotati che saranno di supporto ai loro compagni” – ha precisato il professor Massimo Minciotti, anche lui tifoso milanista e dirigente del club “Silvano Ramaccioni”, ospitato presso il Bar Millefiori di Città di Castello.