Disservizi di Poste Italiane: il sindaco Rinaldi scrive all’azienda

MONTONE – Meno postini e corrispondenza a giorni alterni: il Comune chiede un più adeguato servizio, così il sindaco Mirco Rinaldi scrive a Poste Italiane.
“Veniamo a sapere della politica dell’azienda Poste Italiane volta a tagliare ancora più portalettere e organizzare il sistema di consegna della corrispondenza a giorni alterni, in questo modo la nostra comunità ne verrebbe profondamente colpita in quanto l’utenza nel nostro territorio comunale è formata da una zona industriale che dà lavoro a circa seicento persone, oltretutto in forte crescita, ed un centro storico molto vivo dal punto di vista turistico e culturale.”
Così recita la parte iniziale della lettera inviata a Poste Italiane dal sindaco Rinaldi, che spiega: “Non garantendo più un adeguato servizio poste i disagi per i nostri cittadini ed imprenditori potrebbero essere innumerevoli. Vi chiedo pertanto venga garantito un servizio quotidiano che renda possibile la ricezione di raccomandate e quotidiani in maniera precisa e puntuale” Il Sindaco ha poi richiesto nella medesima lettera l’installazione di ATM (bancoposta) presso l’ufficio di Montone, al fine di agevolare residenti e turisti.