Sansepolcro: educazione alla consapevolezza globale ed alla salute psicosomatica, appuntamento sabato con il progetto Benessere-Gaia

SANSEPOLCRO – Sabato (30 gennaio), alle 16,30, presso il Tedamis, via F.Rosselli15, sarà presentato il «Progetto Gaia, un Programma di Educazione alla Consapevolezza Globale di Sé e degli Altri», sviluppato allo scopo di diffondere conoscenze e stili di vita orientati al rispetto per il prossimo e per il pianeta. Il Progetto è stato elaborato e sperimentato da un’équipe di medici, docenti, educatori, psicologi ed operatori olistici dell’Associazione «Villaggio Globale» di Bagni di Lucca, ed è attivo da alcuni anni presso Istituti Scolastici di vario grado, anche della nostra zona ed Associazioni di tutt’Italia con risultati sorprendenti.
Condurranno la presentazione le operatrici olistiche Fiorinda Pedone Scrittrice e Terapista Yourney, Michela Giovagnini Naturopata e Watsu Practitioner, Marcella Tarfanelli, ssperta in terapie Essene e lettura dell’Aura,  Laura Berardi Naturopata e Sound Healing, Simonetta Ferri, pedagogista e Cinzia Latella, operatrice cranio sacrale.

I destinatari del progetto Benessere Globale Gaia sono i bambini, i giovani e gli adulti, con particolare attenzione a persone disagiate e a rischio. I dati nazionali ed internazionali sullo stato di salute della popolazione evidenziano un crescente malessere dovuto al peggioramento delle situazioni economica e sociale (Rapporto Bes, Cnel – Istat 2014), un aumento dello stress, ansia e depressione negli adulti (dati Istat e Passi) e negli adolescenti (dati Health for the World’s Adolescents International Survey), un incremento nel malessere psicofisico nei bambini, un aumento della violenza familiare e di genere. I sintomi di ansia, stress, depressione ed aggressività, sono disturbi sociali definiti dall’OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, come “le malattie del nostro tempo”.
Il Progetto Gaia si propone di far fronte al disagio sostenendo il Benessere. Offre una base di conoscenze etiche, scientifiche e culturali, come stimolo allo sviluppo di risorse che ci facciano sentire parte attiva nell’affrontare le sfide del nostro tempo; trasmette semplici tecniche esperienziali che pongono al centro la persona, con le sue potenzialità e qualità, le sue ‘intelligenze’ emotiva e creativa.
Il risultato più evidente del programma è una maggior consapevolezza di sé e degli altri, e quindi una maggiore realizzazione personale, migliore rendimento scolastico, migliori relazioni e collaborazione sociale e maggiore benessere psicosomatico.
L’invito è aperto a chiunque possa essere interessato sia in ambito personale o professionale.