Week end da tifernati doc con Fiere di San Bartolomeo, Sbaracco, Regata dei rioni e Torneo di balestra manesca | Le modifiche al traffico

CITTÀ DI CASTELLO – Fine settimana per tifernati doc: da venerdì 23 agosto a domenica 25 agosto 2019, tanti gli appuntamenti “classici” dell’estate tifernate, dalla Fiera e alla Mostra di San Bartolomeo nel centro storico e Parco A. Langer si affiancheranno la Regata dei rioni sul fiume Tevere, il torneo di San Florido della Compagnia dei Balestrieri e la Tombola di San Bartolomeo, lo Sbaracco dei commercianti del consorzio Pro centro ed il Festival dello Street Food.

La Fiera delle merci prenderà il via venerdì 22 agosto 2019 per concludersi domenica 25 a Piazzale Ferri e nel Parco A. Langer. Piazza Matteotti, Piazza Fanti, Piazza Gabriotti saranno sede di eventi collaterali. La mostra zootecnica, più conosciuta come Fiera del Bestiame, conferma la sua posizione nel Parco A. Langer da sabato 24 agosto.

“San Bartolomeo 2019 sarà ricordato per la ricchezza di un programma prevalentemente all’insegna della tradizione” hanno detto il sindaco Luciano Bacchetta e l’assessore al Turismo e Commercio Riccardo Carletti durante la presentazione a cui ha partecipato il vicesindaco Michele Bettarelli, e il responsabile del Settore Commercio Graziano Giaccaglia. “Rispettiamo l’appuntamento con una manifestazione, che risale al Cinquecento, nella quale converge, oltre al valore commerciale della Fiera delle merci, l’aspetto storico e folclorico della mostra del bestiame, apprezzato sia dai tifernati che dai molti turisti in città – hanno detto gli amministratori – San Bartolomeo è un evento capace di attrarre diverse tipologie di visitatore. Tornerà l’ala dedicata agli antichi mestieri con l’intagliatore, il fabbro, il canestraio, l’impagliatore di sedie, e la lavorazione pietre dure. Inoltre, la qualità della nostra zootecnia ed in particolare delle razze bovine locali, equine, suine ed avicunicole più pregiate d’Italia, di cui l’emblema è la Chianina. Sul fronte più culturale anche quest’anno sarà allestita, in collaborazione con le fattorie didattiche di Città di Castello e Montone, la fattoria della pecora Dora pensata esclusivamente per i bambini. A San Bartolomeo in vetrina ci sono le nostre tradizioni che siamo certi sapranno attrarre e incuriosire anche chi non è di Città di Castello”.

“Parco Langer è la sede naturale della mostra ed infatti questa collocazione ha raccolto consensi unanimi perché capace di accogliere, senza snaturarsi, gli animali, gli artigiani e gli ultimi eredi di quei mestieri e quelle attività che hanno caratterizzato la storia dell’economia agricola e della famiglia contadina nell’Alto Tevere” ha detto Carletti mentre il sindaco ha ricordato la riscoperta di questa fiera, interrotta negli anni Sessanta e rilanciata da Gualtiero Angelini e Eliseo Carini negli anni Novanta. “Sulla sede, individuata per motivi di sicurezza, la scelta è stata azzeccata. San Bartolomeo è anche una piazza di incontri, scambi e contatti per tutto il settore agroalimentare. Gli imprenditori del comparto non solo presidiano il territorio ma sono garanzia di qualità dell’agricoltura e del turismo, specie nel segmento verde”. La nuova collocazione ha dischiuso grandi potenzialità infatti “Sarà esposto il toro di 12 quintali, campione regionale in carica ed oltre 13 esemplari giganti di Chianina”, ha annunciato Carlo Tosti, allevatore e rappresentante della categoria”.

Un particolare ringraziamento è stato riservato dagli amministratori alla società rionale delle Graticole, rappresentata da Laura Manfucci, che curerà i menù, a Luigi Perugini, presidente della Pro-loco Piosina, famosa per le tagliatelle con il sugo d’oca, che quest’anno distribuirà cantucci con vin santo, Francesco Izzo, presidente della Compagnia tifernate dei Balestrieri ha parlato del terzo torneo, dedicato a San Florido e dei progetti per i 1000 anni di intitolazione della Cattedrale nel 2032.  Fondamentale anche il ruolo del Servizio Veterinario della ASL, oltre che dal punto di vista igienico sanitario, come supporto di conoscenze e garanzia di qualità dei prodotti e degli animali esposti. Giancarlo Radici, presidente degli Amici del Cuore, ha ricordato la Tombola di San Bartolomeo, invitando a partecipare in nome della solidarietà”

Il programma.

Le fiere delle merci prenderanno il via a Città di Castello venerdì 23 agosto 2019 per concludersi domenica 25 a Piazzale Ferri e nel Parco A. Langer. Piazza Matteotti, Piazza Fanti, Piazza Gabriotti saranno sede di eventi collaterali tra cui le degustazioni legate al cibo di strada, l’artigianato, e l’intrattenimento. La mostra zootecnica, più conosciuta come Fiera del Bestiame, da sabato 24 agosto 2019, conferma la sua posizione ideale, immediatamente a ridosso del centro storico nel Parco A. Langer. Da giovedì 22 a domenica 25 agosto in Piazza Matteotti si svolgerà il “Truck Food Festival”, iniziativa tra musica e gastronomia. In piazza Fanti lo spazio giochi per bambini. Domenica 25 agosto 2019 in Largo Gildoni la Tombola di San Bartolomeo 21.30 degli Amici del cuore.

Le modificazioni al traffico

In previsione degli eventi di questo week end, la Polizia municipale ha disposto alcune modifiche al traffico e alla sosta. In particolare fino a lunedì 26 agosto su Piazzale Ferri il lato destro sarà riservato agli stand, il lato sinistro e destro prospiciente alla Fiera delle merci. Dalle 6.00 di sabato 24 agosto e fino alle 20.00 di domenica 25 agosto è riservata la sosta ai disabili nel primo tratto del parcheggio sul lato destro prospiciente viale Nazario Sauro. E’ inoltre istituito il divieto di sosta su Piazza Fanti fino alle 24.00 di domenica 25 agosto. Qualora ci fossero esigenze connesse con notevole afflusso veicolare, i Vigili potranno disporre il senso unico di marcia su via N. Sauro con percorrenza dalla rotatoria di Porta Prato a viale Diaz