Tutti pazzi per i … carrettini, con il primo «Trofeo Alta Valle del Tevere di Speed Down»

CITTA’ DI CASTELLO – Saranno le curve e il percorso mozzafiato della «Discesa del Sanatorio» (Strada breve della Montesca) a decidere chi vincerà il primo «Trofeo Alta Valle del Tevere di Speed Down». Ultima tappa nel comune tifernate con una due giorni dedicata alla velocità. Il 4 luglio ci sarà la disputa del terzo «Trofeo tra i rioni del Comune», seguirà la discesa non competitiva della “Pink Speed-Down” dove correranno le ragazze appassionate della “Scuderia Speed Down Città di Castello” per la prima volta. Domenica, invece, gran finale con l’assegnazione del Trofeo Alta Valle del Tevere. La seconda gara si è svolta a Monte Santa Maria Tiberina, nel tratto di strada che scende ripidamente dal Castello fino alla strada provinciale. I “carretti” autocostruiti con i propri equipaggi si sono cimentati in discese a tempo, con valori in campo molto equilibrati dimostrando che l’ordine d’arrivo si è potuto delineare solo nella quarta manche con 5 piloti racchiusi in un solo secondo. Alla fine la somma di tempi più costante è stata del pilota Yuri Capaccioni, seguito da Edoardo Mannucci e l’ospite Gianni Pellegrini, che ha conquistato la terza piazza . «La bella giornata – hanno spiegato gi organizzatori – lo scenario dello splendido borgo che ha ospitato la manifestazione, e la calorosa accoglienza della gente del Piccolo Borgo ha reso l’evento e la giornata speciale. Vorremmo ringraziare il sindaco Letizia Michelini, il consigliere Michele Simoni, il responsabile della Polizia Municipale Paolo Bettarelli e i suoi collaboratori. Un grazie speciale va ai ragazzi della Pro-Loco e soprattutto alla disponibilità del presidente Rinaldo Mancini».