Sabato torna la Tombola Rock

UMBERTIDE – Sabato 9 dicembre presso il Centro Socio Culturale San Francesco torna la Tombola Rock.

A partire dalle 17.30 il pomeriggio sarà dedicato alla musica insieme a Franci B. e dj Enrico Carini, alla fortuna e al divertimento con numerosi giri di tombola, il tutto accompagnato da una gustosa AperiCena della Cooperativa di tipo B Cassiopea.

Questo evento, ormai alla sua 9° edizione, è organizzato, con il patrocinio del Comune, dalla Comunità Terapeutica Torre Certalda, dall’Unità di Convivenza Via Gagarin, strutture della Cooperativa Sociale A.S.A.D., dal Gruppo Appartamento Via dei Patrioti, dal CAD La Ginestra, strutture del CSM Alto Tevere, USLUmbria 1, dal servizio Unità di Strada Alto Tevere del Dipartimento Dipendenze USLUmbria 1, dallo Spazio Giovani Youspa del Comune, dall’Associazione Sportiva “Peter Pan” e dall’Associazione per la Promozione della Salute Mentale “Le Fatiche di Ercole”.

I pregiudizi che ancora si hanno sulla malattia mentale provocano una pesante ricaduta sulle persone che ne soffrono e sui loro familiari, producendo emarginazione sociale e privazione dei diritti di cittadinanza e possono condurre la persona a sentirsi impotente, a vergognarsi.

Questa iniziativa è volta a promuovere la salute mentale e a sensibilizzare i cittadini, in particolare delle fasce giovanili, verso le problematiche ad essa legate. E’ un’occasione per aumentare la consapevolezza sul tema dei problemi della salute mentale e sui disturbi legati all’uso di sostanze, superando i pregiudizi, lo stigma e l’isolamento che continuano a gravare sulle persone e sui loro familiari.

Tutti coloro che si occupano di cura e riabilitazione sono motivati ad organizzare queste iniziative perché sono convinti che la qualità della vita e le possibilità di recupero di chi vive un disagio, non dipendano solamente dalle cure che si ricevono ma anche dall’atteggiamento delle persone che incontrano nella vita quotidiana, dalla cordialità, dall’amicizia e dalla possibilità che hanno di frequentare luoghi di incontro aperti a tutti senza sentirsi discriminati e caricati di uno stigma. La sofferenza psichica non è scomparsa, ci riguarda, sta nelle nostre comunità, va affrontata e non allontanata, ed è per questo che un atteggiamento privo di preconcetti è il miglior fattore protettivo contro i disturbi mentali.

L’opera di collaborazione con il territorio diventa perciò fondamentale, sia perché aiuta la prosecuzione dei progetti, offrendo una rete di risorse necessaria a dare molteplici risposte ai complicati percorsi di chi vive un disagio, sia perché combatte l’esclusione sociale e aiuta a far riacquistare i diritti e i doveri di cittadinanza a tutte quelle persone che vivono quotidianamente la malattia.

Fondamentale, in questo periodo storico che porterà sicuramente ad una ulteriore diminuzione della risorse dedicate alle problematiche socio-sanitarie, è la necessità di un lavoro di rete nell’approcciare tali tematiche.

Gli organizzatori ringraziano dunque tutti gli sponsor che, come ogni anno, partecipano numerosi e che contribuiscono all’organizzazione dell’evento, nonostante la crisi generale, dimostrando l’elevato grado di sensibilità del territorio comunale alle problematiche correlate al disagio sociale, ed invitano tutti a partecipare. Per informazioni Laura Ciaccini 340 1921348.